INVERSIONE DI RUOLI.UNA MODA CHE PIACE.

popeye
Che stia diventando una moda, ne ha tutte le caratteristiche, un’onda da cavalcare nella societa’ del consumismo, nella societa’ del mordi e fuggi o semplicemente una realta’ da accettare: ma il fatto è che il maschile e il femminile stanno assumendo un nuovo volto e una nuova dimensione e la nostra societa’ sta vivendo un ”punto di svolta”.Attraverso la mia professione vedo sempre piu’ donne insoddisfatte e uomini a disagio, uomini indeboliti, da cosa non si sa…
Uomini che fuggono, che non se la sentono di affrontare le situazioni, irrigiditi su posizioni di privilegio consolidate nel tempo, incapaci di adattamento , massacrati dal lavoro, frustrati nelle aspirazioni, in crisi con l’altro sesso e con se stessi. Essenzialmente soli, mentre il mondo cambia attorno a loro..
Le donne vedono il nuovo contesto, lo vivono con disinvoltura, e si adattano di piu’ alle nuove situazioni. Gli uomini si spostano fisicamente nel nuovo ambiente, ma mentalmente rimangono legati al vecchio. E’ vero che le donne stanno uscendo vincitrici da un conflitto che vede contrapposti i generi, e stanno dimostrando un migliore adattamento (darwiniano, quasi) ai cambiamenti sociali ed economici, ma questo passaggio è troppo violento e indebolisce i ruoli….
Trovo difficile, peraltro, trovare una chiave di lettura che descriva accuratamente un fenomeno complesso come i rapporti e gli equilibri tra i due sessi. L’errore forse sta nel ridurre il tutto a una prova di forza, cercare perdenti e vincitori, indagare sul ruolo migliore. Credo che gli uomini devono concedersi nuovi sogni e il coraggio di perseguirli…
A mio avviso l’una e l’altro tralasciano valori troppo spesso rimossi o semplicemente taciuti, come il rispetto, l’educazione, attenzione per l’altro, passione, desiderio di condivisione….
-Paola Donnini-

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>